Videocamera USB per webinar e meeting online

di | 10 Aprile 2020

La videocamera USB è un dispositivo ormai indispensabile, soprattutto per quei professionisti che vogliono sfruttare al massimo il telelavoro e lo smart working. Sul mercato ne esistono svariati modelli, di tante marche differenti e per tutte le tasche, ma quando si cerca la qualità è bene orientare la propria scelta su hardware realizzati ad hoc.

In particolare, chi effettua regolarmente webinar o meeting online, in cui la componente visiva gioca un ruolo fondamentale nella comprensione di quanto esposto, dovrebbe puntare sui dispositivi top di gamma. Ciò non significa spendere un sacco di soldi per modelli da videoconferenza aziendale, ma scegliere con oculatezza le soluzioni migliori in base all’ambiente di lavoro e alle necessità.

 

Come si sceglie una videocamera USB

Comprare una videocamera USB è piuttosto facile e lo si può fare in qualunque centro commerciale, ma trovarne una capace di soddisfare a pieno i requisiti di qualità necessari ai professionisti dello smart working, è ben altra cosa. Il giusto compromesso fra risultati apprezzabili e prezzo dipende dal tipo di funzionalità che si stanno cercando.

Se si lavora al PC o su notebook e si devono effettuare videoconferenze che non richiedano eccessivi spostamenti all’interno della stanza, allora la telecamera USB è un’ottima soluzione. Vanno tuttavia considerati anche fattori come la luminosità della stanza in cui ci si trova e la distanza dal microfono.

Uno standard comune per webinar e meeting online, per quanto riguarda la risoluzione video, è il Full HD e in particolare il 1080p a 30 FPS. Questa risoluzione garantisce un’ottima qualità delle immagini inviate, e una fluidità tale da permettere agli interlocutori di cogliere anche il più piccolo gesto o movimento.

Nel caso non si disponga di un microfono dedicato, è bene valutare anche la qualità di quello integrato nella videocamera stessa in fase di scelta. In particolare va tenuto conto della distanza ottimale richiesta per l’acquisizione corretta della voce. I dispositivi migliori possono arrivare anche a 5 metri, ma è consigliabile rimanere sempre entro i 3 onde evitare un degrado della qualità audio.

 

EzCam Easy, la telecamera USB per i professionisti

Ora che sono state delineate le principali caratteristiche che una videocamera USB dovrebbe possedere, è il momento di consigliare un modello specifico per i lettori più pratici. La EzCam Easy è il top per chi si guadagna da vivere con il telelavoro e lo smart working.

Dotata di un angolo di ripresa di ben 120 gradi e un microfono integrato capace di cogliere l’audio fino a 3 metri, è la soluzione perfetta per chi è solito organizzare meeting online o webinar. Questo dispositivo è talmente potente da essere un’ottima scelta anche per videoconferenze con fino a 4 o 5 persone nella medesima stanza.

Si tratta di una videocamera USB per uso professionale, MTBF (certificata per affidabilità fino a 30.000 ore senza guasto)  30.000 ore, da associare a PC fissi o notebook. Facile da collegare e configurare, può essere impiegata con i software di comunicazione più comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.