Come collegare un videocitofono IP con videosorveglianza?

di | 13 Settembre 2021

Come utilizzare un videocitofono IP sfruttando il sistema di videosorveglianza

Integrazione dei Videocitofoni IP Fanvil in un sistema di videosorveglianza

Come sfruttare un videocitofono IP e registrarlo con NVR del sistema di videosorveglianza

fanvil citofoni e videocitofoni ip

Citofono voip Fnvil con videocamera e RFID.

Al giorno d’oggi c’è sempre più una maggior richiesta da parte delle aziende, di migliorare  la sicurezza con sistemi di videosorveglianza e sempre più spesso le richieste sono indirizzate all’ implementazione di hardware già in uso.

inoltre si richiede l’ integrazione di dispositivi differenti dalle videocamere, come ad esempio, i videocitofoni per la videoregistrazione.

Questi ultimi solitamente sono posizionati all’ ingresso dell’azienda fornendo un ottimo controllo sugli accessi della stessa.

Utilizzare un videocitofono IP come strumento di monitoraggio può fornire un maggior controllo dell’area da monitore e quindi una maggiore sicurezza.

Il videocitofono, oltre ad essere utilizzato per le classiche funzioni di chiamata ed apertura di elettroserrature, può essere sfruttato per ampliare il numero di dispositivi adibiti alla registrazione delle immagini dell’area da sorvegliare .

I modelli i33V, i33VF, i32V, i30, i16V, i10SV possono essere utilizzati a tale scopo grazie all’utilizzo del protocollo ONVIF.
Alcuni di questi modelli hanno implementato questa funzionalità dalla versione firmware 2.8.2.

ONVIF è un protocollo di comunicazione IP che permette la compatibilità tra i dispositivi di videosorveglianza di marche differenti, maggiori informazioni sono consultabili al link https://www.onvif.org/ .
I videocitofoni Fanvil utilizzano Onvif con profilo S, al link https://www.onvif.org/profiles/profile-s/ sono riportate le specifiche.

Il protocollo ONVIF si può abilitare/disabilitare, sui prodotti Fanvil indicati, dal menù EGS SETTING / VIDEO tramite il configuratore web.

Il network video recorder (NVR) del proprio impianto di videosorveglianza , opportunamente configurato, può acquisire il flusso video del citofono e potrà eseguirne la registrazione delle immagini. Solitamente questa programmazione si basa su fasce temporali o sulla funzione denominata Motion detection. Queste programmazioni dipendono dal NVR/DVR in uso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.