Conviene ancora un centralino telefonico analogico?

di | 7 Febbraio 2020

Sono ancora molte le realtà aziendali che impiegano il centralino telefonico analogico per la gestione delle comunicazioni (sia interne che esterne). Questa soluzione dai connotati vintage è ancora valida e offre indubbiamente molti vantaggi, soprattutto ad uffici e imprese con sedi dalla metratura non troppo elevata.

Anche se il mercato si è ormai orientato verso configurazioni più moderne e flessibili (come ad esempio i centralini VoIP o Cloud), le soluzioni analogiche continuano ad avere un certo rilievo. Noleggiare l’hardware necessario è piuttosto facile e l’installazione e la configurazione delle linee è supportato da tecnici specializzati.

 

Quando scegliere un centralino telefonico analogico

Il centralino telefonico analogico è un’ottima scelta per tutte quelle imprese che hanno sedi piccole o uffici relativamente vicini fra loro. Piccoli alberghi, hotel, agriturismi ed esercizi commerciali, sono tutti ottimi esempi di aziende che possono beneficiare enormemente dall’installazione di questa soluzione per la gestione delle comunicazioni.

Un’altra applicazione comune del centralino hardware è in edifici che già dispongono di una rete cablata per la telefonia. In questi casi in cui il collegamento è completamente fisico e non richiede l’installazione di nuovi cavi, si elimina del tutto la necessità di interventi edilizi di aggiornamento.

La possibilità di acquistare l’hardware necessario a prezzi ridotti o di noleggiarlo per un determinato periodo di tempo, è un altro interessante fattore che può spingere un imprenditore a scegliere questa soluzione. L’impatto sui costi è relativamente minimo, il che lo rende perfetto per aziende dal budget non troppo elevato.

La mancanza di un’efficiente copertura della rete internet è un’altra ottima ragione per tenere in considerazione l’adozione di un centralino telefonico analogico. Senza una connessione stabile e di qualità, sfruttare le potenzialità del Cloud o del VoIP diventa, infatti, molto difficile.

 

Centralini telefonici ibridi per la massima flessibilità

Una buona alternativa al centralino telefonico analogico (da cui riprende buona parte delle caratteristiche) è l’adozione di un centralino ibrido, costituito da una parte hardware che integra al suo interno anche quella digitale. In questo modo si possono avere più linee fisiche contemporaneamente (da 2 a 4 in media) con una discreta quantità di interni collegati in digitale.

La versatilità offerta da questa soluzione unisce i vantaggi dell’hardware fisico a quelli del digitale, consentendo il collegamento sia dei tradizionali telefoni analogici ma anche di apparecchi basati su linee ISDN o VoIP SIP (tramite specifici adattatori). Oltre a questo è possibile sfruttare un software apposito per configurare i messaggi di segreteria, per la gestione delle chiamate e molto altro ancora.

Il centralino ibrido è un buon modo per aggiornare l’eventuale hardware obsoleto già presente in azienda, sostituendolo con un centralino telefonico analogico più moderno e ricco di numerose funzionalità aggiuntive grazie al digitale. Creare una soluzione su misura in base alle proprie necessità è importante per garantire la qualità assoluta delle comunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.